Carissimi,

grazie ad un impegno congiunto di AICE con le Società Scientifiche dell’emergenza/urgenza, SIMEU e SIMEUP, e al sostegno di FedEmo, sono lieta di comunicarvi che sulla piattaforma della formazione a distanza di SIMEU è disponibile un corso FAD dedicato alla “Gestione dell’Emergenza-Urgenza del Paziente con Emofilia e altre Malattie Emorragiche Congenite in Pronto Soccorso e Medicina d’Emergenza”.

Si tratta di un’iniziativa diretta ai medici dell’emergenza/urgenza, che non di rado possono trovarsi a gestire in pronto soccorso i pazienti con malattie emorragiche congenite (MEC) senza poter contare nell’immediato sulla consulenza di uno specialista, in situazioni in cui un inquadramento adeguato e decisioni terapeutiche tempestive possono essere determinanti. Oltre a fornire, dunque, ai colleghi non specialisti le informazioni fondamentali sulla presentazione clinica, la diagnosi e il trattamento dei problemi emorragici dei nostri pazienti, questo corso FAD può essere un utile strumento formativo per i colleghi più giovani o ancora non esperti dei nostri centri e per l’acquisizione dei crediti formativi dei Soci AICE, che vi possono accedere gratuitamente seguendo le istruzioni scaricabili attraverso il post dedicato.

Questo corso è un passo ulteriore di un importante percorso che AICE sta tracciando con altre Società Scientifiche per garantire, in tutti gli ambiti, la qualità e l’omogeneità dell’assistenza ai pazienti con MEC, come le iniziative per i Laboratori specialistici o il recente documento condiviso per la gestione dell’emergenza nei pazienti in profilassi con emicizumab.

A nome di tutti i Soci un sentito ringraziamento al nostro Segretario Antonio Coppola, ad Emanuela Marchesini, Anna Chiara Giuffrida e Silvia Riva della Redazione Aiceonline e a Raimondo De Cristofaro, rappresentante del Consiglio Direttivo AICE, che hanno curato i contenuti del corso, collaborando con i colleghi di SIMEU e SIMEUP per realizzarlo nella prospettiva multidisciplinare essenziale per raggiungerne gli scopi formativi.

Elena Santagostino