Il ministero della Salute ha presentato il 2 dicembre 2020 al Parlamento le linee guida del Piano strategico per la vaccinazione anti-SARS-CoV-2/COVID-19 (Decreto 2 gennaio 2021), elaborato da Ministero della Salute, Commissario Straordinario per l’Emergenza, Istituto Superiore di Sanità , Agenas e AIFA. Il 13 Marzo scorso è stato poi diffuso il Piano del Commissario straordinario per l’esecuzione della campagna vaccinale nazionale, elaborato in armonia con il Piano strategico nazionale del Ministero della Salute, con lo scopo di fissare le linee operative per completare al più presto la campagna vaccinale. Con tali provvedimenti sono state delineate le linee operative per garantire l’efficace e puntuale distribuzione del vaccino, il costante monitoraggio dei fabbisogni e degli approvvigionamenti e la capacità  giornaliera di somministrazione in modo da raggiungere, a regime, almeno le 500 mila somministrazioni al giorno. L’obiettivo è che almeno l’80% della popolazione sia vaccinata entro il mese di settembre 2021.

Il piano vaccinale approvato ha visto la vaccinazione, in una prima fase, degli operatori sanitari e socio-sanitari, degli ospiti delle RSA e dei soggetti di età  superiore a 80 anni e prevede quattro fasi successive, con priorità  riservata alle persone con fragilità  e a gruppi sociodemografici a più alto rischio di malattia grave e morte. Sono state, inoltre, identificate le patologie che incrementano il rischio di decesso in caso di COVID-19, individuando cosi le categorie di persone”vulnerabili” e”estremamente vulnerabili”[1]. Appartengono a questi gruppi le persone affette da patologie che possono aumentare il rischio di gravi manifestazioni da COVID-19, come, ad esempio, problemi respiratori (BPCO, fibrosi polmonare, insufficienza respiratoria), fibrosi cistica, malattie cardiocircolatorie gravi, i trapiantati di organo solido e, tra le malattie ematologiche, la patologia oncologica e la talassemia. Non sono invece compresi i pazienti affetti da MEC, a meno che essi non rientrino nelle categorie delle persone vulnerabili o estremamente vulnerabili per comorbilità  associate.

Per un approfondimento del tema si consiglia di visitare il sito del Ministero della Salute, alla pagina relativa al Piano Vaccini anti-COVID-19.

Bibliografia

[1] Elencate nella tabelle 1 e 2 delle Raccomandazioni ad interim sui gruppi target della vaccinazione anti- SARS-CoV-2/COVID-19 pubblicate nella GU del 24.03.2021