È stato uno degli ‘hot topic’ proposti durante la sessione del Convegno Annuale AICE del 15 ottobre, anche alla luce della notizia dell’accettazione da parte di Haemophilia del lavoro sul Registro Italiano PROFIT, il tema della gestione dell’induzione di immunotolleranza (ITI) ai tempi della profilassi con emicizumab nel paziente con inibitore è oggetto di grande dibattito e confronto anche a livello  internazionale. AICE ha da tempo deciso di approfondirne gli aspetti e definire delle indicazioni condivise dai Soci, con il lancio di una survey proposta dal Gruppo di Lavoro Linee Guida per raccogliere opinioni e osservazioni sul tema. La survey è attiva sul nostro sito dal 6 settembre con accesso riservato ai Soci e sarà disponibile ancora per una decina di giorni, fino al 6 novembre p.v.
 
I risultati della survey saranno tanto più importanti e di valore quanto maggiore sarà la partecipazione: è dunque fondamentale il contributo più ampio possibile dei Soci. Ad oggi abbiamo una discreta partecipazione, ma si può, anzi si deve fare di meglio!   
Come ha sottolineato la Presidente AICE nel suo messaggio di sollecito ai Soci, AICE ha fornito nel tempo contributi importanti alla ricerca clinica in tema di ITI, fino all’ampia raccolta di informazioni del registro PROFIT, questa tradizione va mantenuta e ulteriormente arricchita nell’era delle terapie innovative.